Servizio PICC | Fondazione ANT Italia Onlus

Servizio PICC

PICC_ANT_23-09-14

Posizionamento cateteri venosi centrali a domicilio

Servizio PICC (Peripherally Inserted Central Catheter)

A partire dal 2012 Fondazione ANT ha istituito il servizio PICC a disposizione dei propri assistiti nelle città di Brescia, Brindisi, Ferrara, Firenze, Lecce, Modena, Pesaro, Taranto e Verona.

Grazie a una specifica formazione, équipe di medici e infermieri della Fondazione effettuano direttamente a casa dei pazienti oncologici il posizionamento del PICC (Peripherally Inserted Central Catheter) un catetere venoso centrale inserito perifericamente all’altezza del braccio, nella vena basilica o brachiale, sotto guida ecografica e con controllo mediante uno speciale elettrocardiografo. Senza alcun costo per i Sofferenti e le loro Famiglie, il PICC a domicilio viene utilizzato per favorire la somministrazione di farmaci, di liquidi e di nutrizione parenterale nei Pazienti assistiti dalla Fondazione ANT, nei quali sarebbe sconsigliata una ospedalizzazione finalizzata all’impianto di un accesso venoso.

Secondo le rilevazioni del Centro Raccolta Dati della Fondazione ANT, da giugno 2012 a dicembre 2015 sono stati posizionati a domicilio e in maniera del tutto gratuita 824 impianti a malati oncologici assistiti da ANT in 10 province diverse.

Sono 553 PICC posizionati a Bologna, dove il servizio è stato attivato con uno staff di tre medici e un infermiere opportunamente addestrati per tre mesi al reparto di Anestesia e rianimazione dell’Ospedale Sant’Orsola-Malpighi. Sono 271 gli impianti eseguiti nelle altre città: 28 a Brescia; 2 a Brindisi; 29 a Ferrara; 68 a Firenze; 34 a Lecce; 4 a Modena; 70 a Pesaro; 19 a Taranto e 4 a Verona. Sono 13 invece gli impianti posizionati a Sofferenti non oncologici.

 

Scarica il pieghevole

pdf_28-03-11

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.Aggiorna ora

×